Cerca nel blog

Caricamento in corso...

1 marzo 2012

Il rimorso ed il rimpianto


[goccia di acqua che genera onde]
Sono sicuro che ognuno di noi - umani, ha sofferto nella propria vita. Alcuni hanno sofferto per le colpe altrui, mentre gli altri per le proprie. Da parte mia potrei dire che ho avuto abbastanza momenti nel mio passato quando mi pentivo di alcune brutte cose che avevo fatto oppure quando mi sentivo in colpa per le altre che non ero riuscito ancora a fare.
Mi ricordo i bei momenti della mia vita e mi rifletto in essi stessi. Di volta in volta mi chiedo, come mai che tanti di noi sono così miserabili e infami nel cuore, anche se sembra che vivono bene, non volendo male a nessuno ...?
I motivi per cui spesso ci sentiamo in questo modo sono: l'egoismo, la mancanza di amore e sopratutto rispetto verso gli altri.

Buddha(Siddhartha Gautama) afferma che qualsiasi cosa che noi facciamo per star bene, deve essere rivolta anche verso quelli che ci stanno attorno. (Proteggendo sé stessi si proteggono gli altri; proteggendo gli altri si protegge sé stessi) Questo perchè non riusciamo a star bene, se non facciamo bene anche agli altri. In due parole, accontentando gli altri, riusciamo ad accontentare noi stessi. Nessuno di noi è capace di essere felice da solo, quindi dobbiamo cercare di aiutare gli altri a star bene, per far sì che siamo noi stessi ad essere felici e contenti.
Quando una persona sbaglia questa via fondamentale della vita, la sua esistenza inizia ad avere senso solo quando egli smette di rimordersi e rimpiangersi, pagando i suoi errori.
La maggior parte delle persone non hanno il coraggio di capire dove si erano sbagliati. Tanti non sentono nulla quando qualcuno vicino a loro soffre, e questa sofferenza(di altre persone) a sua volta, ci causa il rimpianto, al quale spesso diamo poca importanza e continuiamo a vivere nel fango. Il rimorso invece è positivo solo se la persona prova a risolverlo, altrimenti anche esso diventa un rimpianto.
La nostra vita contiene tutto; sia rimorsi, che rimpianti. Non crederei mai una persona che afferma di non averli mai avuti. E' un ipocrita colui che afferma tale menzogna. Solo Gesù era innocente ed è morto per i nostri peccati del futuro e del passato. Questa è la cosa che dobbiamo avere sempre presente, ma non si sa se potremmo diventare come lui.
Quindi, se fossi capace di scegliere tra rimorso e rimpianto, sceglierei il rimorso, solo perchè è qualcosa che si può coreggere.
Posso solo sperare di non rimpiangere e rimordermi, poichè non sono perfetto.

2 commenti :

  1. Caro Jan.

    L'articolo che hai scritto è estremamente vero e profondo su molti aspetti.

    Noi spesso e volentieri soffriamo per il male che causiamo agli altri o a noi stessi, e paghiamo le conseguenze dei nostri mille e mille errori. Spesso la gente si chiede "ma perchè succedono tutte a me?" e poi subito dopo si mette a litigare col vicino, o a insultare un povero disgraziato... e non si accorge che con il male che porta nel mondo si attira essa stessa tanto dolore e sofferenza, nonstante si senta giusta e buona.

    "Chi semina vento raccoglie tempesta": mai proverbio fu più vero. E questo succede sia a livello personale che a livello mondiale. Il nostro mondo è cosparso di un intreccio di scelte sbagliate che tutte insieme portano il dolore, la sofferenza e l'angoscia su ogni essere umano.

    E come dici tu, tutto questo succede a causa dell'egoismo e della mancanza di amore. Senza vero amore verso il nostro prossimo noi continueremo a soffrire e a far soffrire.
    Basterebbe che ciascuno provasse ad agire secondo ciò che disse il Messyah Yahushua (vero nome del nostro Salvatore): "Fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te". Vedi uno che è triste e soffre? Cosa vorresti fosse fatto a te in quella situazione? Vorresti essere consolato, giusto? E allora vai a consolare quella povera persona! Vedi uno che ha fame? Dagli da mangiare! E così via dicendo.

    Ma questo non accadrà mai senza una rivoluzione di noi stessi, una rivoluzione della nostra coscienza secondo più Alti e Superiori Valori Morali. Che sono la GIUSTIZIA che proviene dall'Unica Fonte della Vita: il Creatore Onnipotente Yahuveh.

    Che NONè quello che predicano le religioni, o le vane filosofie, o un qualche uomo "grande e illuminato". Ma è quello di cui il Messyah Yahushua parlò e testimoniò non solo a parole, ma con i FATTI. Che cosa ha fatto quest'uomo, oltre 2000 anni fa??

    Ha VISSUTO una Vita secondo la Giustizia del Padre Creatore, secondo i suoi comandamenti e i suoi insegnamenti, secondo la misericordia e la compassione verso ogni essere umano. Piangeva chi piangeva, gioiva con chi gioiva, era vicino agli umili, agli oppressi, ai perseguitati ingiustamente. Sapeva rispondere "per le rime", senza però perdere l'equilibrio, ai superbi e orgogliosi farisei e dottori della legge che si sentivano puri e giusti (come molti delle religioni oggi), ma che in realtà dimenticavano il significato profondo della Legge del Padre: "GIUSTIZIA, MISERICORDIA, FEDELTA'".

    Ma non solo. Soffrì una vita intera a causa delle incomprensioni degli uomini, anche di quelli a lui più vicini. Come Lui stesso disse: "Il Figlio dell'uomo non ha un posto dove posare il capo". Fu insultato, deriso, oltraggiato; infine venne accusato ingiustamente, picchiato, flagellato e poi ucciso. E tutto questo, come tu dici giustamente, a causa dei nostri peccati; anzi, dei peccati di tutti gli uomini: passati, presenti e futuri di tutte le generazioni della storia umana!

    FINE PRIMA PARTE

    RispondiElimina
  2. SECONDA E ULTIMA PARTE

    E poi però fu risorto dal Padre, e come è scritto in Ebrei 5:9, divenne "autore si salvezza eterna per tutti coloro che gli ubbidiscono". Quindi, nonstante Egli sia morto per tutti, solo chi gli UBBIDISCE può essere salvato. Lui stesso dice, in Giovanni 14:23-24: "Se uno MI AMA, metterà in PRATICA la MIA PAROLA, e il Padre mio lo amerà; e io e il Padre mio verremo a lui e dimoreremo con lui. Chi NON MI AMA NON mette in pratica quello che dico. E la Parola che io vi dico non è mia, ma del Padre che mi ha mandato", e più avanti, in Giovanni 15:14: "Voi siete MIEI AMICI, se fate le cose che IO VI COMANDO".

    E quindi davvero così capiamo che cosa è il VERO AMORE, quello con cui possiamo portare Vero Bene e Felicità al nostro prossimo e a noi stessi: VERO AMORE è vivere secondo la Giustizia del Padre Creatore, esattamente come fece il Messyah Yahushua! E quindi noi possiamo dire di AMARE il nostro prossimo, soltanto se agiamo secondo la Parola del Padre Onnipotente, come è scritto: "Da questo sappiamo di amare i figli di Eloah (Dio): quando AMIAMO ELOAH e mettiamo in PRATICA i SUOI COMANDAMENTI. Perchè questo è l'Amore di Eloah: che osserviamo i SUOI COMANDAMENTI; e i suoi comandamenti non sono gravosi" - 1 Giovanni

    Sì, perchè è attraveso la Giustizia del Padre, che sono i suoi comandamenti e insegnamenti scritti nella Bibbia, che noi possiamo capire davvero ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, e vivere in conformità alle Sue Leggi Morali Universali che sono reali al pari delle Leggi Fisiche che regolano il movimento dei pianeti e la vita sulla terra.

    E quindi già qui possiamo vivere in armonia ed equilibrio con la Fonte della Vita, il Creatore degli Universi il cui Spirito lambisce ogni cosa, nutrendo la speranza e la fede di un mondo migliore, che sarà il Regno di Eloah Yahuveh qui su questa terra. Un Regno senza più morte, senza più dolore, senza più sofferenza; ricolmo di ogni gioia, pace, amore, giustizia, felicità, e ogni altra cosa possibile. Che sarà abitato soltanto da persone GIUSTE e PURE non secondo loro stesse, ma secondo il Padre Onnipotente.

    Ma già da qui dobbiamo impegnarci a vivere nel modo giusto secondo la Parola del Padre, affinché possiamo ricevere da Lui la Potenza che ci sostiene nei momenti più difficili nella nostra vita. Infatti è scritto: "Io non ti lascerò e non ti abbandonerò. Così possiamo dire con piena fiducia: Yahuveh è il mio aiuto; non temerò. Che cosa potrà farmi l'uomo? " - Ebrei 13:5-6. E già da qui possiamo gustare quella Pace e Felicità che solo vivendo secondo le Leggi Morali Universali del Padre Onnipotente possiamo avere!

    "Osserva dunque le sue leggi e i suoi comandamenti che oggi ti do, affinché SIATE FELICI" - Deuteronomio 4:40

    "Grande PACE hanno quelli che amano la tua Legge, e non c'è nulla che possa farli cadere" - Salmo 119:165

    Questa è la VERITA' che davvero può salvarci e liberarci da ogni male!

    E come dice il Messyah: "Conoscerete la Verità, e la Verità vi renderà LIBERI".

    La Pace di Yahushua sia con te :)

    RispondiElimina

NOTA IMPORTANTE:
Firmarsi è segno di educazione!