Cerca nel blog

4 agosto 2012

Umore maligno: non c'è proprio un cazzo da ridere

Tratti da una raccolta satirica intitolata "Umore Maligno: non c'è proprio un cazzo da ridere", basata sul rifiuto di ogni tabù, dogma e censura.

[ragazzo/maschio/bambino con la faccia strana: bocca chiusa e le labbra strette, gli occhi aperti]
Alcune, se non la maggior parte delle barzellette potrebbero addirittura sembrare razziste. Infatti il sito è stato denunciato qualche volta, soprattutto per il fatto che a volte si prendono per il culo persone malate, quelle che subiscono violenza, gli stranieri, i religiosi... ecc, ma io ho cercato di scegliere quelle che meglio potrebbero far ridere il massimo numero di pubblico, senza farli sentire a disagio. Fattevi qualche risata, rilassandovi e non badate a ciò che pensano e dicono gli altri ;)

“Processo Ruby”: la difesa di Silvio Berlusconi chiama George Clooney. È chiaro che punteranno sullo scambio di persona.

La parola eutanasia può significare sia “morte buona” che “acceleratore di eredità”.

Il governo dice no all’election day. Nessuno capisce l’inglese.

"Se non ora, quando?": in piazza migliaia di donne istruite, autodeterminate, fiere, sicure di sè, realizzatesi qualsivoglia compromesso. Proprio non si capisce che cazzo abbiano da lamentarsi.

Attacco hacker al sito del governo. Ora funziona.

Sentenza alla Cassazione: dare del razzista ad un fascista non è un reato. E' un approfondimento.

Il crollo delle Torri Gemelle causò danni anche a numerosi edifici vicini. Ma fornì ampia luce ai circostanti.

Nessun dubbio sull’identità del cadavere: si tratta proprio di Osama Bin Laden. Lo ha confermato lui stesso in un videomessaggio.

La Lega svizzera: “Fuori gli italiani”. Il Carroccio: “Mitragliamo i tunisini”. I tunisini: “Spariamo ai calabresi”.

Un parroco lombardo: “Prego Dio che a Berlusconi venga un ictus”. E ora scambiamoci un segno di pace.

Lesbica aggredita al ristorante da un uomo robusto, calvo e tatuato. Ah no, era la fidanzata.

Secondo uno studio britannico il matrimonio allunga la vita. O per lo meno ti dà questa impressione.

Manuela Arcuri rifiutò di fare sesso con Berlusconi, perdendo l'occasione di presentare Sanremo. Mi chiedo come poi ci sia finito Morandi.

I macachi sarebbero in grado di esprimere dubbi. E come fanno a saperlo?

Tratto dal diario di un vegano perito durante la carestia del 2032:

16 Marzo
Caro Diario, è diventato ormai impossibile trovare lattughe e verdure a foglia
larga da quando hanno cominciato a migrare verso est. Il cambiamento climatico ha ridotto di molto la popolazione di seitan nella pianura padana. I pochi cuccioli di seitan che ci sono si ammalano e non raggiungono l’età fertile.
Non mi fido più a comprare il tofu che viene da oriente per via
dell’inquinamento nucleare. Inoltre, recentemente, hanno trovato tracce di mucche nell’acquedotto comunale, così ho dovuto smettere di bere quasi tutto ad esclusione del vino. Il mio medico dice che dovrei mangiare proteine. In effetti senza l’apporto del seitan e con la ribellione delle lenticchie del 2018 il mio corpo ne sta assumendo meno del dovuto. Così ho iniziato ad arrangiarmi.
Un buon sostituto delle lenticchie è ad esempio il sughero. Con l’aggiunta di burro di arachidi e latte di soia è un ottimo antipasto o contorno. Le pietre sbriciolate e poi infarinate e fritte sono un ottimo sostituto delle olive, o almeno dei loro noccioli. La frutta è ancora presente, ma con tutti quei pesticidi non è assolutamente sana. Così la sostituisco col cotone. Basta
comprare abiti usati per ottenere deliziose mele di cotone.

22 Marzo
Caro Diario,
ultimamente sono un po’ debole. Vorrei farmi uno zabaione ma non mangio uova come ben sai. E lo zucchero raffinato lo evito come la peste. Ma ho scoperto che è molto energetico il legno di pino. Mischiato con pasta di mandorle basta sbatterlo energicamente. Se lasci gli aghi di pino rinfresca anche l’alito.

31 Marzo
Caro Diario, ho fame. Darei la mia gamba destra per del cibo. Ho anche ipotizzato di tagliarla e mangiarmela. Solo a pensarci ho l’acquolina in bocca. Magari solo le dita. Non è come mangiare la carne, cioè, non c’è uno sfruttamento vero e proprio, no? Devo ancora vedere, anche se in realtà non riesco a pensare molto bene ultimamente.

4 Aprile
Ho mangiato le dita dei piedi. Le ho condite con la salsa di sughero. Buonissime. Ma ora ho il piede in setticemia.

Fonte: umoremaligno.it

Nessun commento :

Posta un commento

NOTA IMPORTANTE:
Firmarsi è segno di educazione!