Cerca nel blog

Caricamento in corso...

4 settembre 2015

La tristezza nascosta

Spesso ci capitano momenti in cui non riusciamo a reagire. Momenti in cui qualcuno ci maltratta o insulta. Ma tutto quel che possiamo fare è tenerci dentro ciò che subiamo. Arriva però un attimo in cui per un qualche motivo ci sentiamo tristi e non capiamo il motivo del perchè. Abbiamo voglia di piangere, di urlare, di fare qualcosa per non sentirci così. Il dolore però continua.


Continua perchè non possiamo dire ciò che sentiamo a qualcuno di caro. Continua perchè non possiamo esprimere i nostri stati d'animo in nessun modo. Allora pensiamo che la vita sarà per sempre così, non ci sarà tregua nè leggerezza. La tristezza nascosta ci assale non facendoci capire manco perchè il nostro stato d'animo è a zero. Forse a questo punto una goccia di speranza potrebbe aiutare a soffrire di meno.

2 commenti :

  1. Nella vita ho imparato che tutto quello che proviamo dipende dai nostri pensieri; quando ci si sente tristi è il campanello d'allarme che ci avverte che i nostri pensieri non sono sulla frequenza giusta ... che è necessario "riprogrammarli" su cose positive.
    Chi si comporta in modo giusto e gentile, e magari subisce le ingiustizie e la cattiveria degli altri, non ha nulla da temere, perché l'Universo è dalla sua parte. Credimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Mi piacerebbe tanto pensare che sia così come lo descrivi tu.

      Elimina

NOTA IMPORTANTE:
Firmarsi è segno di educazione!