Cerca nel blog

4 ottobre 2014

Nessuno di noi vive per conto proprio

Nessuno di noi prende decisioni in completa autonomia perchè ciò che si fa è sempre la conseguenza di quel che si vede intorno e si vive.

Nessuno vive per conto proprio perchè per poter vivere sani, abbiamo bisogno di qualcosa intorno a noi, di un ambiente e di qualcuno che ci capisca.

Si salva chi annega, o per bontà, o per dovere, o semplicemente per non sembrare degli esseri inumani. Ma quante volte ancora lo faremmo solo per non sembrare inumani?

3 commenti :

  1. Sottolineerei anche che le nostre (tue) azioni influenzano gli altri. Tu lo hai detto, ma essere ancora più chiari non guasta. Inoltre direi che nessuno appartiene solo a se stesso, ma anche a tutti coloro che da lui dipendono o che a lui vogliono bene. La vita non è solo nostra quando, in un modo o nell'altro, siamo nella vita di qualcun altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concetto di appartenenza può creare molte dispute senza fine. Secondo me c'è una guerra tra chi sostiene la libertà individuale e chi invece si affida agli ideali romantici.

      Faremmo parte sempre anche della vita di qualcun altro, quindi, dalla tua affermazione si può concludere che nessuno appartiene solo a se stesso.

      Quello che può far differenza è la percezione soggettiva della persona che sta in mezzo a tutto questo. In quel momento l'oggettività ha poca importanza.

      Elimina
    2. Infatti voglio dire che NESSUNO appartiene solo a se stesso.
      Ovviamente la questione che dici riguardo l'oggettività e la soggettività è vera solo per i disonesti intellettuali. Quando soffrivo la depressione a me mi ha salvato la mia superiore (rispetto a quella della massa) onestà intellettuale. Se fossi stato un disonesto avrei cercato di avere soltanto ragione nel sentire i miei sentimenti. Invece mi sono dato anche del coglione e mi sono detto che stavo ragionando oggettivamente al contrario. Ancora oggi ragiono in maniera irrazionale alcune cose e so che questo mi porta dei problemi di integrazione, ma per ora "mi va bene". Non lo farei se non mi andasse più bene. Dipende tutto da noi siamo d'accordo, quindi siamo noi che comandiamo la nostra visione e noi che costruiamo la nostra felicità o infelicità dentro di noi.

      Elimina

NOTA IMPORTANTE:
Firmarsi è segno di educazione!